RAGGIUNGERCI

IN MACCHINA

– Prendete l’uscita dell’autostrada “Alessandria EST”;
– Usciti dal casello, alla rotonda prendete la seconda uscita e salite in tangenziale;
– In tangenziale, prendete la prima uscita verso Alessandria/Valenza/Mortara/Pavia;
– Prendete la seconda uscita alla prima rotonda;
– Prendete la prima uscita alla seconda rotonda procedendo verso destra;
– Proseguite dritto;
– Una volta raggiunto il semaforo siete arrivati a destinazione.

IN TRENO

Una volta giunti alla stazione di Alessandria potrete raggiungere il festival per mezzo della navetta gratuita che transita ogni 10 minuti. Se però voleste raggiungerci a piedi ecco le indicazioni:
– Usciti dalla stazione proseguite verso sinistra in direzione della rotonda;
– Alla rotonda proseguite sempre a sinistra rispetto alla stazione;
– Superate il ponte e proseguite verso la Vs. destra (attraversate la rotonda);
– Proseguendo dritte arriverete ad un semafor presso l’ingresso al festival.

PARCHEGGI

LA LOCATION

LA CITTADELLA DI ALESSANDRIA - COMPLESSO OTTOCENTESCO

Fin dalla sua prima edizione, ALEcomics si svolge in una location diversa da qualunque altra vista in festival del settore. La Cittadella di Alessandria costituisce uno dei più grandiosi monumenti europei nell’ambito della fortificazione permanente del XVIII secolo, uno dei pochi ancora esistenti e sicuramente uno dei meglio conservati in Europa. È l’unica fortezza di pianura costruita dai Savoia nel XVIII secolo ed è l’unica fortezza europea ancora oggi inserita nel suo contesto ambientale originario: non esiste uno schermo di case che chiude la visuale dei bastioni, o una strada ad alta percorrenza a circondare i fossati.
La Cittadella di Alessandria, fortezza di primo rango, venne concepita per funzionare da sbarramento dei transiti militari della “Strada di Fiandra”. Tra le meglio conservate d’Italia, sorge sulla sponda sinistra del fiume Tanaro, nel comune di Alessandria. Sui bastioni della Cittadella venne innalzato il 10 marzo 1821, per la prima volta nella storia d’Italia, il vessillo tricolore da parte del tenente colonnello Guglielmo Ansaldi. Dal 2006 la cittadella (già monumento nazionale) è stata inserita nella “Tentative List” per la candidatura alla Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO.

X